?  | #1265 | q:0.0631 s | p:0.1592 s | t:0.2223 s
icon_social

Non solo creatività, ma buon vivere 

Il 2 giugno si inaugura il Progetto Materia Prima a Ceppaiano con una personale dello scultore Walter Sardi.

«Cos’é Materia Prima? Una filosofia del vivere basata sul concetto che la creatività deve trasformarsi in salute e il cibo naturale, la nostra materia prima, sarà l’oro del futuro. Un progetto ambizioso volto a mettere in relazione le idee con un nuovo modo di vivere vicino alla natura e alle produzioni agricole sostenibili  dove l’attesa e l’attenzione diventano una nuova dimensione della conoscenza ».

 

Non è certo facile sintetizzare una “mission” che nasce da una visione, ma Piergiorgio Castellani, dell’omonima importante azienda vinicola e ideatore di Materia Prima, ha certamente chiaro l’obiettivo di questo nuovo progetto che lo vede coinvolto insieme ad un gruppo di creativi di vari settori dell’arte contemporanea e delle nuove tecnologie.

Questo gruppo eterogeneo condivide l’idea che sia possibile dar vita ad un laboratorio sperimentale dove far nascere progetti d’avanguardia  che abbiano lo scopo di promuovere un modello di crescita che recupera la dimensione “contadina”, quella basata sulla concretezza dei fatti, una dimesione in cui si torna a utilizzare il cuore come sede dell’intelligenza e della volontà.

 

«La Fondazione Materia Prima che sostiene il progetto – spiega Castellani – è nata tre anni fa dalla volontà della Famiglia Castellani di raccogliere menti brillanti intorno al tema della riscoperta di un certo modo di pensare legato alla terra, alla sua produzione, ai tempi che essa impone per raggiungere un risultato di qualità. Abbiamo iniziato ad analizzare la nostra tradizione e a porci domande sul perché il modello di crescita che ci è stato proposto nei tempi moderni sia entrato in crisi ».

 

Perno di questo progetto è stato proprio la realizzazione della cantina di Ceppaiano, a pochi passi da Crespina.

 

Qua, infatti, si è trasformato un terreno quasi incolto in una fattoria d’eccellenza dove hanno trovato posto vitigni importanti della tradizione toscana e  una moderna cantina per la vinificazione e l’affinamento di vini che hanno già ottenuto riconoscimenti a livello mondiale; la cantina di Ceppaiano nasce fin da subito anche come galleria d’arte e, soprattutto, come ”factory” destinata a diventare luogo di ritrovo e confronto  e sede della Fondazione stessa.

 

Un luogo che raccoglie in sé le molte storie di artisti, artigiani, agricoltori e commercianti, considerate tutte come figlie di una unica materia prima che le accomuna sulla base di una nuova forma di creatività . Tutto a Ceppaiano non è casuale, come la data dell’inaugurazione:  una scelta simbolica legata anche alla libertà di espressione e alla forza dei diritti e dei doveri della cittadinanza.

 

A inaugurare il percorso triennale di Materia Prima sarà, proprio il 2 Giugno dalle 17 alle 20, una mostra permanente delle sculture di Walter Sardi, artista toscano, scomparso nel 2006, un evento unico dove elementi naturali come il ferro, il legno e il vetro, forgiati dal genio dell’artista incontrano il verde dei vigneti del Chianti.

 TOP

icon_vini_di_italiaicon_fscicon_agri_bioicon_cert_bioicon_universita_pisaicon_toscana_promozioneicon_agri_sociale_valderaicon_iso9001icon_higher_level

Webmaster Email | Web Project: Ghelardi Associati | Web Design: NoveOPiu