?  | #1265 | q:0.0673 s | p:0.2246 s | t:0.2919 s
icon_social

Castellani di supporto al progetto "La Stazione" 

Riscoprire l'anima di un quartiere antico

Quanto vale un ricordo? E se i ricordi di più persone si sommano per costruire un racconto? Quanto può essere bello e affascinante salvare e tramandare i ricordi legati alla storia di un quartiere passata e presente? Per noi di Castellani è davvero importante... se poi questi concetti diventano anima di una iniziativa su un quartiere cittadino, come potevamo non essere di supporto?

 

La Stazione, come nasce, come si sviluppa e con quali scopi, è un progetto ben delineato nelle parole con cui la Fondazione Pontedera Teatro lo introduce:

"Ha come obiettivo la realizzazione di uno spettacolo sul quartiere della stazione: un ritratto teatrale delle sue storie, dei suoi abitanti, dei suoi odori, colori ed immagini che ogni giorno lo popolano e che l'hanno attraversato nel tempo.

Il quartiere della stazione  ha perduto in parte la sua memoria storica, di cui però è rimasta traccia nei ricordi di poche persone anziane.

E' un luogo pieno di storie, passate e presenti, che ad ogni modo sembrano tra loro estranee e non riescono a incrociarsi.

Sembra che siano in cerca di un autore, di un destino, qualcosa che dia loro un senso, un’identità, come un delicato ed indispensabile lavoro di “tessitura” per creare un collegamento tra la memoria storica e la vita presente, tra gli abitanti che l'hanno visto cambiare negli anni e quelli che partecipano alla sua storia ogni giorno.

Il progetto in una prima fase si è articolato e sviluppato sulla base di interviste ed incontri con gli abitanti, successivamente si è trasformato in un lavoro più pratico-teatrale, attraverso diversi incontri con i singoli gruppi di bambini, adolescenti, adulti ed anziani per costruire insieme uno spettacolo capace di far vivere le storie ascoltate e raccolte, quanto di racchiudere, svelare e proteggere quella diversità e vitalità che caratterizza il quartiere.

La Stazione è un progetto del Comune di Pontedera, realizzato dalla Fondazione Pontedera Teatro con il contributo della Regione Toscana/assessorato al Welfare.

La Stazione è diretto dalla regista Anna Stisgsgaard, con la collaborazione artistica di Alice Casarosa, Alice Maestroni, Irene Rametta, Silvia Tufano, Sara Morena Zanella, e con la collaborazione organizzativa di Daniela Di Tommaso."

 

Castellani tiene a promuovere e supportare questa iniziativa perché assolutamente a favore dell'integrazione e della conservazione della memoria storica dei nostriluoghi, patrimonio della comunità.

 

Lo spettacolo frutto del progetto "La Stazione" andrà in scena il 7, 8 e 9 giugno 2013 nella ex-fabbrica della Crastan e avrà come protagonisti gli abitanti, le associazioni e le scuole del quartiere.

 

Dal sito ufficiale del progetto riguardo allo spettacolo: “Avrà come protagonista l'ex-fabbrica e le sue tante finestre che danno sul quartiere, come tanti occhi che hanno visto costruire, bombardare, demolire e poi ricostruire; che hanno visto fuggire gli abitanti durante la guerra, e poi arrivare altri rifugiati provenienti da diverse parti del mondo; occhi che hanno visto i bambini giocare per le strade, che hanno visto la piazza della stazione affollarsi verso sera, sotto i pini, e poi le strade e le piazze svuotarsi negli ultimi decenni.

Saranno gli abitanti stessi a raccontare la storia, o meglio, le tante storie che popolano il quartiere della stazione, attraverso parole, musiche, canti e balli, e guidati da un cieco e una bambina.“ L'ingresso allo spettacolo é gratuito e a capienza limitata.

 

E in un racconto di origini e tradizioni come può mancare il vino?

 

Per maggiori informazioni:

www.progettolastazione.com

 

Foto: Simone Rocchi, Alice Casarosa, immagini d’archivio Alberto Crastan

 TOP

icon_vini_di_italiaicon_fscicon_agri_bioicon_cert_bioicon_universita_pisaicon_toscana_promozioneicon_agri_sociale_valderaicon_iso9001icon_higher_level

Webmaster Email | Web Project: Ghelardi Associati | Web Design: NoveOPiu